FAQ

Tutto ciò che dovete sapere sugli impianti dentali.

Gli impianti dentali sono costosi?

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, le protesi convenzionali non sono sempre economiche. Lo schema iniziale di un trattamento di implantologia dentale varia dal numero di impianti necessari e dalla necessità o meno di un aumento dell'osso. Altri fattori includono la chirurgia stessa, il lavoro del laboratorio odontotecnico, la protesi e la parcella del dentista e dell'odontotecnico. Il preventivo potrà essere calcolato solo dopo aver analizzato tutti questi fattori e in alcuni casi, nel lungo termine, gli impianti dentali possono essere più economici.

L'inserimento di impianti dentali comporta dei rischi?

La terapia implantare non è un approccio sperimentale. Si tratta al contrario di una tecnica dentale comprovata e all'avanguardia, testata scientificamente e usata da decenni da dentisti e chirurghi in tutto il mondo. In base alla condizione dei singoli pazienti, i potenziali fattori di rischio possono variare. Una cattiva igiene orale o una guarigione limitata della ferita a causa di condizioni cliniche preesistenti (ad esempio diabete o osteoporosi) possono ridurre la probabilità di durata dell'impianto. Tutte le procedure chirurgiche comportano dei rischi e il dentista valuterà, caso per caso, se un impianto è la scelta giusta.

L'intervento è doloroso?

In genere gli impianti dentali vengono inseriti in anestesia locale per ridurre al minimo il disagio durante l'intervento. Se il paziente dopo l'intervento dovesse avere dei dubbi sulla condizione dell'impianto dovrà consultare il dentista.

Esiste un limite di età per l'implantologia dentale?

È possibile inserire impianti non appena l'osso mandibolare o mascellare ha smesso di crescere. Pertanto nei pazienti giovani, gli impianti possono essere inseriti solo dopo che l'osso mandibolare o mascellare ha smesso di crescere. Mentre per gli adulti non esiste alcun limite di età, sempre che il paziente non abbia fattori di rischio medici significativi. Sarà il dentista a valutarlo.

Quanto ci vuole per avere il restauro finale?

Dopo l'inserimento dell'impianto, il processo di osteointegrazione dura 6-8 settimane. Durante questo periodo di tempo, l'impianto raggiunge la stabilità necessaria per poter sopportare i carichi come un dente naturale. Come sempre, i tempi di guarigione possono variare in base alle condizioni e alle indicazioni individuali.

Sono disponibili statistiche sulla soddisfazione delle persone con impianti?

Indagini a lungo termine hanno mostrato percentuali di sopravvivenza molto elevate per gli impianti Straumann®.* I pazienti possono contare su soluzioni affidabili, in quanto Straumann non accetta compromessi in fatto di qualità. In base ad un'indagine svolta su 10.000 pazienti in Germania**, il 66% dei pazienti interpellati ha dichiarato di essere "estremamente soddisfatto" dei propri restauri su impianto e il 31% "soddisfatto". Mentre nei pazienti con restauri convenzionali solo il 42% ha dichiarato di essere "estremamente soddisfatto" e il 44% "generalmente soddisfatto."

* Blanes RJ, Bernard JP, Blanes ZM, Belser UC. A 10-year prospective study of ITI dental implants placed in the posterior region. I: Clinical and radiographic results. Clin Oral Implants Res 2007; 18:699-706 ** Riegl Survey 6

Sono necessarie misure di manutenzione speciali?

Un'igiene orale impeccabile è fondamentale prima di poter inserire l'impianto. Dopo l'inserimento, i denti devono essere controllati scrupolosamente, indipendentemente dal fatto che siano veri o artificiali. Una accurata igiene orale aiuta a garantire risultati soddisfacenti.

La ceramica è "migliore" del titanio?

Il titanio è un metallo biocompatibile Ciò significa che non è tossico e che è ben tollerato dell'organismo. Gli impianti in titanio si legano molto bene all'osso vivo e sono usati da decenni nell'industria dei dispositivi medici. Ad oggi, non sono noti casi documentati su reazioni allergiche al titanio. Grazie a queste caratteristiche, gli impianti dentali in titanio possono durare decenni. Se invece si desidera un'alternativa senza metallo, è possibile usare impianti in ceramica. Questi sono fabbricati in ceramica ad alta resistenza e studiati per soddisfare le massime esigenze funzionali ed estetiche. In caso di gengive sottili o con regressione, l'impianto non traspare, avendo un colore simile a quello del dente naturale.